studio torresi - Adrianopoli, teatro romano
studio torresi - progetto
studio torresi - Grottammare alto
studio torresi - recupero ex ospedale Grottammare
studio torresi - Gjirokastra, castello

Lingua

Segui studio torresi

Feed Linked In Twitter YouTube

Houzz

Curriculum Vitae

bandiera ita Bandiera en

News ed eventi

 

Vista dall'ortoIl complesso immobiliare interessato è parte di una isolato che è delimitato a nord da Corso Cavour, ad est da Via Lattanzio Firmiano, ad ovest da Vicolo Nobili e a sud da Via Langlois; fa parte di uno dei primi insediamenti storici della città e ha subito numerosi interventi nel corso dei secoli, mantenendo però alcune caratteristiche dell'immobile originario quali la muratura con i suoi spessori elevati, le imponenti strutture di fondazione e un tratto di muro di epoca romana.

Descrizione delle opere
L'immobile, inabitato da tempo e inutilizzato, versa in condizioni fatiscenti soprattutto per quanto concerne i solai i quali, essendo stati realizzati in struttura portante lignea, presentano seri problemi di carattere statico; in particolare la quasi totalità dei travicelli risultano attaccati da parassiti del legno e alcune travi risultano inadeguate a causa di infiltrazioni da acque meteoriche in corrispondenza dei punti di appoggio.
Con la D.I.A. n°114/2002 hanno avuto inizio i lavori di manutenzione straordinaria finalizzati al recupero funzionale dell'intero complesso.

Con la presente richiesta si intende provveder ad opere indispensabili a consentirne il riuso conformemente alle necessità dell'Ente nonché a finalità pubbliche di servizio al quartiere.

In particolare il progetto prevede:

Vista esterna da est

  • la DEMOLIZIONE di una stratificazione storica realizzata in epoca recente e destinata a cucina per il Piano Primo; tale volume aggiunto all'interno del chiostro ne compromette la fruizione e ne stravolge completamente la struttura architettonica, gravando in parte sul pozzo-cisterna con possibili problemi statici essendo tale porzione priva di fondazioni.
    Eliminando tale volume sarà possibile ricostruire l'antica tipologia del chiostro, riaprendo alcune finestre ad arco che sono state individuate nel corso dei saggi preliminari.
    Il restauro del pozzo-cisterna e della pavimentazione originaria del chiostro consentiranno un recupero totale della funzione e dell'elevato pregio architettonico del luogo;
  • il RESTAURO DEI PARAMENTI MURARI attraverso la ricostruzione di porzioni consistenti di muratura portante compromessa da manomissioni susseguitesi nel corso degli anni, interessanti soprattutto la parete ovest che da sull'orto.Particolare di arco gotico ritrovato sotto l'intonaco La parete nord su Corso Cavour verrà recuperata attraverso la rimozione dell'intonaco esistente, molto compromesso dagli agenti atmosferici, e la successiva sostituzione con intonaco a base di calce idraulica il cui ultimo strato sarà colorato in pasta con terre o ossidi al fine di raggiungere un colore vicino all'originario.
    L'opera di restauro verrà completata dal recupero di alcune aperture esterne tamponate e ricoperte da intonaco sulla parete interna, di cui sono state ritrovate tracce nel corso dei saggi stratigrafici effettuati prima dell'inizio dei lavori di manutenzione straordinaria.
    Le pavimentazioni di pregio verranno recuperate nella loro totalità attraverso rimozione pulitura e rimessa in pristino integrandole con materiale di recupero;
  • il CAMBIO DI DESTINAZIONE PARZIALE legato alle mutate esigenze e soprattutto alla necessità di fornire il quartiere di un centro civico polivalente e di una sede stabile per l'AGESCI che nella città di Fermo da anni ormai vive nella precarietà, pur rappresentando una delle realtà più vivaci tra i giovani nonché un punto di riferimento e di aggregazione importante.Pianta piano terra
    Occorre sottolineare come tale struttura sia fortemente voluta dagli abitanti del quartiere che vedono in ciò una fondamentale occasione di valorizzazione di questa importante parte del centro storico, carente da sempre dei più elementari servizi.
    La realizzazione del centro civico consente altresì la riapertura dell'orto di San Zenone, tanto caro ai più anziani che hanno vissuto l'epoca in cui era ancora aperto al pubblico, l'accessibilità ai portatori di handicap (nonché alle famiglie con neonati in carrozzina) verrà garantita da un ascensore che consentirà di passare senza barriere dalla quota di Corso Cavour a quella dell'orto posta più in alto di circa tre metri.
    Il cambio di destinazione riguarderà in parte anche i locali al Piano Primo che, per la porzione disposta a nord su Corso Cavour, dovranno diventare la sede degli uffici dell'Istituto Diocesano di Sostentamento del Clero.Il tentativo, anche in questo caso, è quello di restituire funzioni direzionali ad una parte di città che le ha perse da tempo promovendo il riutilizzo dei contenitori storici ampiamente altrimenti abbandonati al più assoluto degrado.

Ulteriori opere riguardano la realizzazione di soppalchi al Piano Primo nelle stanze destinate alla residenza dei sacerdoti, il limitato aumento di superficie è finalizzato a rendere maggiormente fruibili gli spazi e garantire la privacy di quanti utilizzeranno i locali che potranno così realizzare una sorta di salottino e studio privato al primo livello, spostando i letti al secondo livello (molto più protetto e raccolto).


Caratteristiche urbanistiche dell'immobile
Pianta primo pianoL'area in oggetto ricade in zona definita A-CENTRO STORICO dal P.R.G. vigente, riconfermata dal P.R.G. adottato con Delibera C. C. n°81 in data 2/08/2000.
Gli interventi edilizi all'interno della ZONA A sono regolati dal PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO che nella Tav. 4.1A individua il fronte Nord dell'immobile (su Corso Cavour) come A1 CENTRO CITTA'.
La porzione interna al giardino, disposta ad ovest della Chiesa di S. Zenone, viene indicata come F1b SERVIZI DI INTERESSE URBANO E/O TERRITORIALE.
Il giardino e l'orto sono individuati come Sc SERVIZI DI QUARTIERE, che nella Tav. 4.3 trova la sua destinazione specifica in C8 San Zenone - GIOCO, SPORT.
Nell'elaborato che definisce le categorie ed ambiti di intervento (Tav. 4.2A) il fronte su Corso Cavour viene sottoposto a RC - RISANAMENTO CONSERVATIVO, tipologia che consente un'ampia possibilità di interventi, fino alla demolizione e ricostruzione totale.
La porzione a ridosso della Chiesa di San Zenone risulta sottoposta a RS2 - RESTAURO SCIENTIFICO TIPO 2, tipologia più restrittiva con conservazione degli elementi di pregio ed eliminazione degli ampliamenti non omogenei all'impianto originario, operazione prevista in progetto con l'eliminazione del volume gravante sul chiostro.
Le opere in progetto comportano modifiche nei volumi esistenti relative alla sola demolizione della porzione interna al chiostro, per quanto concerne le destinazioni d'uso sono previste modifiche parziali finalizzate all'uso pubblico e alla localizzazione degli uffici dell'Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero, in merito ai prospetti si precisa che non verranno alterati i prospetti e le sagome dell'edificio rispetto alla sua configurazione attuale (salvo per quanto riguarda la demolizione del volume interno), le opere previste sono pertanto conformi alle prescrizioni indicate nello strumento urbanistico per gli edifici sottoposti a RISANAMENTO CONSERVATIVO e RESTAURO SCIENTIFICO - Tipo 2.

Durante i lavori

Dissesti nelle muratureIl pacchetto solaioIl tetto dall'interno 

Il tetto in fase di demolizioneIl tetto in fase di ricostruzioneIl tetto ricostruito

Panoramica tetto in ricostruzione

Il tetto in fase di ricostruzioneEliminazione di spinta con trave in acciaio e chiaviPosizionamento capriata in acciaio

Capriate metallicheMontaggio solaio in legnoSolaio in legno e tavolato

Getto caldana su solaioSoppalco in legnoIntonaco a cocciopesto

Esecuzione delle opere a cura di Continental Costruzioni S.n.c.

 

studio torresi

Via A. Murri 35 - 63900 Fermo, Italy
Tel.: +39 0734622950 - Fax: +390734 623948
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.Iva 01592570442

partners

Powered by JoomlaGadgets

 
 
 
 

Joomla Templates by Joomla51.com